giovedì 27 gennaio 2011

Commento di FrancineR, lettrice di aNobii


bellissimo

Preso e divorato.
E' uno di quei libri che ti portano con sé verso la fine, che non riesci a mollare, ma che ti dispiace anche finire perché poi sai che ti mancherà, ti mancheranno quella tensione, quelle incursioni nelle menti, quelle descrizioni di luoghi e sentimenti.
Molto, molto bello.
FrancineR

mercoledì 12 gennaio 2011

Il commento di Francesco Gallone (in: aNobii)


Reo confesso, il sottoscritto ha buttato il naso tra queste pagine così per una annoiata forma di curiosità, perchè la faccia che le aveva scritte è simpatica, perchè butto sempre un occhio alle uscite della mia editrice, per tenere d'occhio la concorrenza, e... FOLGORATO!
Bastasi è un fine costruttore di psicologie e caratteri, un abile intessitore di trame (anche se, e ne parleremo spero, il colpevole l'avrei mosso diversamente), e porta in primo luogo la storia tra le pagine di un romanzo giallo classico ben scritto (indicativo presente in un'alternanza di ricordi sogni e azioni) e architettato, ma soprattutto offre un CONCETTO. E' qui la straordinaria abilità di Bastasi: ti infiocina a pagina 4 o 5, e ti tira a bordo fino a divorare le ultime righe e spiegarti cosa sia quella Gabbia Criminale, e farti riflettere se per caso non ne sia prigioniero anche tu che leggi.
A un giallo buono, si aggiungano un romanzo bello ed elegante e una scrittura ottima, e significativa oltre che significante, questo è quanto. Che in un libro è tutto.
ps sa di teatro, questo libro. A teatro?